mercoledì 16 gennaio 2008

Macbook Air


A prescindere dall'esagerata aura di fragilità che lo circonda, il modello più gramo di tutti costa più di 5 (CINQUE) EEE.

Ma agli EEE almeno la batteria posso cambiarla io, la ram posso espanderla io, etc., etc., non devo lasciarlo 3 settimane in assistenza.

Ad ogni modo, cerchiamo di guardare il lato positivo: il lancio di questo ennesimo, pessimo gadget dall'utilità limitata (cazzo, ha UNA usb e basta! nemmeno l'ethernet, sti pezzenti) ma dalla coolness esagerata, potrebbe sancire, alternativamente:

1) un'altro boost verso l'alto nel mercato degli utenti finali per le vendite Apple, con conseguente riduzione della quota di mercato dell'attuale leader dei sistemi operativi (quello recentemente rimasto orfano del presidente) e incremento della concorrenzialità del mercato, che fa sempre bene, oltre alla salita alla ribalta degli UMPC all'attenzione della casalinga di Voghera e del designer ultracool che usa il mac "perchè è il top"...ma dubito che un gadget da 1700+ euro possa sortire questo effetto.

2) l'inizio dell'apertura degli occhi da parte dei religiosi della mela, che finalmente potrebbero rendersi conto che si fanno fottere da campagne di marketing ben studiate e dal carisma di Stefano Lavori ormai da anni, e scoreggiano via migliaia di euro per comprare degli autentici catorci.

Così d'istinto preferirei il secondo scenario (ne ho abbastanza le palle piene sia delle architetture chiusissime di Apple che, soprattutto, dei fastidiosi figuri ottenebrati dal marketing Apple), ma devo riconoscere che, a mente fredda, probabilmente è meglio il primo: se in tanti si faranno abbindolare e felicemente compreranno un costoso pacco da spedire avanti e indietro dall'assistenza per qualsiasi aggiornamento, il mercato degli UMPC potrebbe balzare all'attenzione dei consumatori e, conseguentemente, dei produttori, il che significa che molti produttori di hardware si metterebbero a lanciare dei concorrenti migliori.

D'altronde, prima che Apple lanciasse il suo curioso "leggo gli mp3 ma solo se me li carichi col software pesantissimo e inutilizzabile" i lettori mp3 facevano abbastanza cagare, poi l'iPod si è imposto al grande pubblico stimolando il mercato e ora posso godermi Lost sull'Archos 605 Wifi, che carico usando Winamp e a cui la batteria posso cambiarla io...per cui, un sentito ringraziamento ad Apple che lancia sempre prodotti con ampi margini di miglioramento (sì, è un eufemismo per "prodotti scarsi" :D)

P.s.: se sei un religioso del mac e stai per lanciarti in un commento di insulti, sappi che io ti voglio bene perchè l'EEE e l'Archos sono anche merito tuo e del tuo iPod, quindi abbi pietà di me :)

9 commenti:

Napolux ha detto...

Appunto. Apple apre la strada, poi arrivano gli altri. Come con l'iPod, che mi devono spiegare perché non ha la radio, non registra (con tutto quello spazio sarebbe una manna), ecc...

Cosa che oramai ogni lettore MP3 da 50 euro fa.

Io intanto aspetto un eee con più autonomia di batteria e qualche GB di spazio in più (4/500 euro posso anche spenderli).

Staremo a vedere.

Raibaz ha detto...

Esatto...aspettiamo un eee v2 che sfrutti le caratteristiche di successo del Macbook Air, e anche l'ingresso nella fascia di mercato dei vari Dell, Sony (non credo resisterei a un Vaio ultramobile a un prezzo umano), Toshiba, Samsung (che ha già lanciato un umpc lowcost, anche se non l'ho ancora visto), etc.

blablabla ha detto...

Lavati la bocca quando scrivi, idiota!

Raibaz ha detto...

ahuahuahuahu...noto che il disclaimer anti-religiosi del mac non è servito a tener lontana la feccia :D

Shrek ha detto...

Io lo trovo geniale, in realtà non serve niente di più di quanto non offra! ..e penso proprio che lo acquisterò in blocco con anche una time capsule, il mighty mouse bluetooth e il drive ottico esterno dedicato.

Fatevi un'esame di coscienza: quante volte usate davvero più di una porta USB sul laptop? Quante volte usate il drive ottico sul laptop? Quante batterie vi portate normalmente dietro con il vostro laptop?

Poi sfatiamo qualche mito: la batteria dell'Air si sostituisce molto facilmente, certo non in strada ma la sostituzione sarà gratuita ed immediata all'acquisto di quella nuova. Non venite a parlarmi dei tre mesi di assistenza.
Chi ci ha già messo le mani in USA dice che è semplicissimo da aprire e conferma che anche un bambino potrebbe cambiare la batteria.

In realtà le limitazioni che impone l'Air sono 'mentali' se non riuscite ad accettare l'idea di non poter fare qualosa che potreste ma che comunque non fate mai.. oppure se vi ostinate a considerare un laptop di questa categoria una macchina sulla quale giocare a Doom o montare i vostri ridicoli filmini delle ferie..

Bè, in tal caso il problema è vostro!

Shrek ha detto...

@raibaz: vedi, la fascia di mercato dell'eee è talmente bassa che un Vaio non potrebbe esistere.

Un Vaio ultramobile a prezzi umani non ci sarà mai, è come chiedere che la lamborghini faccia una sportiva a 20.000€.. lo faranno altri (come la FIAT) ma non la Lambo. Gli ultramobili da poco usciranno, è questione di tempo, ma gli ultramobili Vaio, Apple e gli altri 'del giro' avranno sempre qualcosa in più, che siano le prestazioni, il peso, i materiali, le finiture o il design.. rappresenteranno sempre lo stato dell'arte della tecnologia e costeranno cari.

Rassegnati.

Raibaz ha detto...

Riflessioni interessanti :)

Probabilmente è vero che il macbook air non offre piu' di quanto non serva a un utente finale, che è la stessa categoria di utente che riesce a tollerare un lettore mp3 che impone il proprio pesantissimo software per gestirlo, e anzi gioisce perchè san Steve Jobs è così bravo che gli risparmia la fatica di cercarsene uno.

Per quanto mi riguarda, però, forse per la mia impostazione da nerd, non riesco proprio a sopportare una macchina che mi impone il proprio modo di utilizzo senza riuscire ad adattarsi al mio...giusto o sbagliato che sia, il modo in cui uso la macchina lo scelgo io, non lei, per cui voglio cmq poterci fare tutto quello che mi pare.

Ci credo sicuramente che in realtà cambiare la batteria dell'Air sia facile da fare...ma molto probabilmente lo è per me, non per l'utente medio che costituisce il target di riferimento di Apple e che si rassegna più volentieri a lunghe settimane di assistenza...

In buona sostanza, per me l'Air è fallimentare perchè è troppo poco versatile per attrarre la clientela con un background tecnico alto, e costa troppo per l'utente medio che vuole una macchina su cui vedere i propri ridicoli filmini delle ferie in giro...(ovviamente gli integralisti Apple sono esclusi, loro non sono in grado di formulare pensieri propri)

Per quanto riguarda il paragone con l'EEE, in effetti è un paragone che non sussiste per via delle fasce di prezzo estremamente diverse (il rapporto è 1:10, ricordiamolo), ma la mia idea di Vaio ultramobile è proprio un pc della stessa fascia di prezzo dell'Air ma con la versatilità che un utente Apple si sogna di notte (o forse neanche, perchè Steve Jobs gli ha detto che non gli serve)

Effettivamente, sono già rassegnato all'idea che se Sony butterà fuori un Vaio UM mi toccherà svenarmi pesantemente, ma almeno avrò una macchina dignitosa e non un costoso soprammobile di design che però "oh guarda che figo, entra in una busta" :)

P.s.: la time capsule se ho capito bene come funziona invece è un'idea interessante...è un po' che cerco un hard disk di rete che abbia solo l'interfaccia wifi e non l'ethernet per poterlo mettere lontano dal router...però non son mica certo che funzioni così...

Anonimo ha detto...

Ragazzi, i paragoni si fanno solo testando i prodotti. Io ho avuto in seguenza : Asus S300N, UMPC ASUS R2H, SONY VAIO VGN-C2, SONY VAIO VGN-CR, ACER ASPIRE. Adesso ho un Apple MacBook. Se parliamo di qualita' costruttiva, gli Asus sono giocattoli di plasticaccia e componentistica mediocre. Per non parlare dell'assistenza tecnica... I sony fanno pagare si il marchio ma a quanto assemblaggio e componentistica non sono niente male e per non parlare della garanzia pick up & return di 36 mesi!!!!. Questo MacBook Air... Giocattolino niente male... sara' il nuovo status symbol... fidatevi... ora e' alle prime armi... ma sicuramente cambieranno qualcosa per renderlo piu' "praticabile".... Assistenza e Garanzia poi sono affidabili quanto Sony!!! Forse anche un pizzico di piu'.... se alle 2 di notte ti si blocca tutto, chiami il numero verde e un assistente ti spiega tutto chiaramente come intervenire!!! Cose dell'altro mondo! Ad ogni uno il suo parere comunque.

Raibaz ha detto...

Commenti sensati nonostante l'anonimato...in primo luogo, come ormai è stato detto sia qui che un po' ovunque, il confronto EEE-Macbook Air non regge perchè appartengono a fasce di mercato e di prezzo diverse, per cui chi compra un EEE sa che probabilmente dovrà chiudere un occhio sulla qualità dei componenti...e anche sul fatto che l'Air venderà tanto principalmente per il fattore 'status symbol', non ci piove :)