giovedì 29 maggio 2008

Claudio Coccoluto - I Music selection 5 - Vinyl heart


La stima che ho nei confronti di Coccoluto, decano dei dj "seri" italiani e a mio avviso unico esponente della sua generazione a non essersi completamente sputtanato/svenduto/mainstreamizzato/blablabla è nota, per cui non sto a ripeterla: piuttosto, parliamo della sua nuova compilation, che ormai essendo alla quinta uscita è praticamente una cosa seriale.

La tracklist è questa:

1. PATRICK SPECKE & DAZE MAXIM “Je M’appelle Merde”
2. BEANFIELD “Tides” (Ripperton Remix)
3. LIMITIERT #6 “Woodbird”
4. DFLEX “Waltz”
5. KREON “Shake ’n Make”
6. WILL SAUL & TAM COOPER “Sequential Circus” (Gui Boratto Remix)
7. ZIGGY KINDER “Que Pasa Maria?!”
8. BANGANA “Oh My Mind”
9. URBAN SOUL “Alright” (Karizma version)
10. PASCAL FEOS “Bring The Beat Back” (Oliver Klein Remix)
11. RENE’ BREITHBARTH “Interior Design”
12. ONUR OZER “Red Cabaret” (2000 and one Remix)
13. CLAUDIO COCCOLUTO “Mind Melody 3.0”

Primo commento solo leggendola: su 13 tracce, 5 stanno anche da qualche parte tra i miei scaffali e la mia borsa dei dischi, e in particolare 3 (il remix housettone di 2000 and one, il below di Kreon con la trombetta e il remix di Ripperton che al Gasoline ha fatto il deggènero) compaiono spessissimo e volentieri nei miei set :)

A parte questo dettaglio di costume che fa comunque piacere, parliamo di musica: Coccoluto, "storicamente", è un dj di estrazione house, per cui pare abbastanza naturale che in questi ultimi tempi in cui i suoni un po' più raffinati e fricchettoni la fanno da padrone lui ci sguazzi...e in effetti ci sguazza proprio.

Bpm molto bassi, atmosfera da tramonto sulla spiaggia...in generale, il mood generale del mixato è tipo "ti faccio scuotere di gusto la testa e il culo senza bisogno di menare come un caimano impazzito ma semplicemente con della musica bella".

Ulteriore (grossa) nota di pregio, poi, è che l'intero mixato è interamente realizzato solo a base di vinile, come il sottotitolo dell'episodio suggerisce, a differenza della stragrande maggioranza dei mixcd fatti con Ableton o peggio ancora con Acid, per cui si percepisce in più di un'occasione lo "human touch", quella lieve imprecisione che ti ricorda che dietro la console c'è sempre una persona.

Ancora una volta, quindi, W Coccoluto, che tra l'altro suonerà con noi alla Festa della musica del 21 giugno: come se non bastasse il suo set (e il mio :D) come buon motivo per venire a trovarci, durante il suo set regaleremo 1000 vinili "customizzati" della festa della musica, per cui non c'è veramente scusa valida per non venire :)

4 commenti:

bisk ha detto...

grande uomo coccoluto, sempre raffinato e in anticipo! sperimenta sempre nuove sonorità e riesce sempre a stupirmi a differenza di molti altri che si affossano sui generi che li hanno portati al successo!

comunque bella recensione!

Raibaz ha detto...

Ovviamente concordo :)

L'ultima volta che l'ho sentito suonare mi sono chiesto, come ogni altra volta dove cazzo li vada a pescare certi dischi...

Grazie dei complimenti comunque :)

cocco ha detto...

ringrazio di cuore anche se in ritardo, onorato dei vostri commenti!


claudio

Raibaz ha detto...

Grazie a te di essere passato di qui :)