lunedì 2 marzo 2009

Live together, live alone

(Ricchi premi e cotillons a chi riconosce la citazione del titolo)

Nuova puntata dell'avvincente telenovela "Casa Raibaz", in cui un bellissimo ragazzo si trova a lottare contro i perfidi demoni della burocrazia e della nullafacenza del lavoratore italiano medio che vogliono impedirgli di raggiungere il suo destino e riuscire a trasferirsi nella casa nuova.

Dopo innumerevoli ritardi e infinite peripezie raccontate nelle puntate precedenti, la situazione ha subito le seguenti drastiche evoluzioni: 
  • E' stato montato un meraviglioso antifurto parlante che dice "Acceso" e "Spento" oltre a una serie di altre cose meno divertenti
  • Nel weekend appena trascorso il nostro giovane e bellissimo eroe ha portato quasi tutti i propri indumenti e l'indispensabile macchina del caffè (Nespressou, uorèls?) nella nuova dimora

A seguito di questi importanti passi, quindi, nella notte scorsa si è consumato il passo definitivo, quello che più di tutti ha gettato nello sconforto mamma Raibaz: il nostro giovane e bellissimo eroe finalmente ha dormito nella sua nuova abitazione per la prima notte infrasettimanale, cosa assolutamente impensabile senza la macchina del caffè.

Nonostante questi passi positivi, però, il demonio peggiore di tutti, quello della compagnia telefonica, ha provato a dare un'ulteriore, pesantissima sferzata ai sogni di gloria del protagonista.

L'allacciamento dell'ADSL è uno story arc particolarmente emozionante all'interno del grande disegno della telenovela, che riassumiamo qui per chi facesse fatica a seguirli tutti: dopo la richiesta di allacciamento, datata 4 gennaio, la prima versione della Telecom era che avrebbero mandato un sicario il 6 marzo per consentire al bellissimo protagonista di superare il digital divide e avere un'ADSL.

Due mesi di bestemmie quindi, per poi scoprire che, con l'approssimarsi del 6 marzo, Telecom ritratta e sposta l'appuntamento al 30 marzo: poco male, ho resistito due mesi, aggiungerne un altro non è grave, l'importante è poter guardare i porno online navigare.

Se non che, la settimana successiva, arriva un duplice SMS da Telecom, come se uno non bastasse, che dice "le ricordiamo il suo appuntamento per l'allacciamento della linea il 03/06".

Pensa tu, questi hanno il formato delle date americano, mi hanno rimesso l'allacciamento il 6 marzo e l'SMS arriva che sembra il 3 giugno, che bislacchi...facciamo che gli telefono per farglielo notare, chè sono un bravo utente.

(lunghi minuti di attesa al 187)

"Si, glielo confermo, il suo appuntamento per l'allacciamento è il 3 giugno"

Il 3 giugno.
Il 3 giugno.
IL TRE DI GIUGNO.

Morale della favola: a breve vi saprò dire se l'ADSL di Vodafone con quella loro chiavettina bislacca e la Vodafone stèscion funziona o no e affanculo Telecom.

5 commenti:

effemmeffe ha detto...

Beh, la citazione è facile: lost.s02e23.
Che si vinceva?

Raibaz ha detto...

Un'amichevole pacca sulla spalla :)

Anonimo ha detto...

non era live together, die alone?!

fede ha detto...

in uffcio siamo nella stessa condizione, mesi e mesi per riportare due linee da bt a telecom...un casino della madonna...

Anonimo ha detto...

Le cose, a casa della mamma, funzionano tutte. Anche il telefono.
Potresti sempre ripensarci.... -)))
Lisa