martedì 14 luglio 2009

Che fine hai fatto, James?

Oggi non è che abbia chissà che da dire: dovrei pubblicare l'episodio di ieri dell'orchestra ma ieri sera la connessione non andava e oggi ho dimenticato a casa il file, per cui prima di sera non riesco a farlo.

Potrei non scrivere niente, come buon senso suggerirebbe, ma.

Ma oggi pare ci sia uno sciopero dei blogger di cui a me onestamente non frega nulla, per cui se non scrivo niente va a finire che faccio la figura di quello che aderisce, quindi tocca assolutamente scrivere qualcosa e colgo l'occasione per sollevare un tema che mi frulla in testa da un po'.

C'era una volta un giovinetto, classe '81, che all'apice della carriera ha regalato al mondo cose come queste:









Ha inventato uno stile riconoscibilissimo e così personale che gli artisti in grado di avvicinarglisi si contano sulle dita di una mano, creando di fatto una sottoscena e un sottogenere, a cavallo tra techno, trance e IDM, ha stampato un album capolavoro (il cui titolo, "The idiots are winning", non era forse scelto a caso)....e poi più niente.

E' praticamente sparito nel nulla.

Le ultime sue notizie che mi ricordi stanno in un'intervista di qualche anno fa in cui sosteneva di aver un po' perso di vista il versante produttivo perchè lui e il suo socio Nathan Fake si drogavano troppo, ma che si sarebbero rimessi all'opera a breve....tipo tre anni fa.

La sua Border community nel frattempo ha rilasciato qualcosina, ma niente di valido come le prime uscite...per favore James, ripigliati!

Torna da noi!

Ci manchi!

5 commenti:

C.Be Human ha detto...

Davvero un fenomeno, the sky was pink e il dub mix di come to me penso due dei dischi che mi piacciono di piu' in assoluto proprio.
E la storia della droga l'avevo letta anch'io da qualche parte, anche se bastavano un paio di foto per capire che non era sempre brillantissimo ahinoi!?!

Mattia ha detto...

si direi che le foto sono abbastanza eloquenti!dispiace davvero vedere una persona così talentuosa smarrirsi ma la speranza è che possa tornare...

Anonimo ha detto...

Se vuoi questo è il suo ultimo "lavoro", un rmx alquanto strambo.

http://www.youtube.com/watch?v=uhgbmFhE3nc

La sua homepage è ferma al 20/01/2009, e non ci sono notizie su futuri lavori.Continua a suonare in tutto il mondo....
mah bei tempi di the sky was pink....horizons...

in rete gira qualche suo live...chissa' se ha mantenuto il suo stile.

bebo ha detto...

È ancora lì, come nella foto del suo myspace, che si aggira indossando l'accappatoio stordito come il peggio fattone.
Ci piace ricordarlo così, con la faccia di quello che non gli affitteresti nemmeno un infradito, mentre tira giù l'universo appena mette mano al mixer.

Raibaz ha detto...

Mah, a me onestamente come dj non ha mai fatto strappare i capelli, forse perchè l'unica volta che l'ho sentito live e non nel lettore mp3 era dopo un set di Luciano che avrebbe fatto sembrare chiunque un povero pezzente :)

Mi manca molto il produttore, ma il vuoto lasciato dal James Holden dj sinceramente non lo percepisco come così insopportabile...