giovedì 12 novembre 2009

Serie tv: il punto della situazione

La malaugurata notizia della chiusura di Dollhouse, ultima perla in ordine di tempo del maestro Joss Whedon (quello di Dr. Horrible ma soprattutto il signor "Buffy the vampire slayer") offre un'ottima occasione per fare un po' di punto sulla situazione delle serie tv che periodicamente finiscono sul mio hd:

  • Heroes: ufficialmente smollata all'inizio della stagione in corso, mi sono perso la scena lesbo ma ormai era veramente troppo troppo piena di buchi nella sceneggiatura, tra personaggi che crepano una puntata si e una no e altri che sono i più buoni dei buoni o i più infami dei villains a intervalli regolari.
  • Dexter: la quarta stagione finora è molto meglio della terza, un po' loffa, e al livello delle prime due, ormai comunque è una certezza.
  • Dollhouse: come si diceva è stata piallata, anche se le rimanenti puntate della seconda stagione dovrebbero essere trasmesse lo stesso a dicembre, ed è veramente un male perchè dopo un inizio così così (che probabilmente è quello che ha allontanato le masse di telespettatori) aveva ingranato ottimamente.
  • Fringe: è praticamente nella stessa situazione di Dollhouse: inizio mah boh che gli dai fiducia solo perchè c'è dietro Abrams, da metà della prima stagione in poi sfodera i botti di capodanno e attualmente, a seconda stagione in corso, è eccellente; ormai non è più solo "X-files coi ruoli uomo-donna invertiti e il dottor Bishop che da solo vale il prezzo del biglietto", ha fatto il salto di qualità.
  • The big bang theory: che te lo dico a fare, ogni puntata fa più ridere della precedente e finalmente gli autori stanno approfondendo anche gli altri personaggi evitando l'effetto "Sheldon show" (la pseudorelazione gay tra Koothrappally e Wallowitz è esilarante).
E fin qui ci siamo per le returning series, come dicono oltreoceano (con in aggiunta ovviamente Lost per cui sto già sbavando), ma quest'anno ci sono anche diverse nuove entrate:
  • House: è una nuova entrata solo sul mio hd, prima la seguivo su mediaset facendo lo slalom tra gli spostamenti di palinsesto, poi la scimmia di vedere il season finale della quinta mi ha fatto fare il salto verso il torrente e ora sono in pari con le puntate USA...a parte questo, non credo ci sia niente da dire sul dottore zoppo che non si sappia già, è fighissimo e basta.
  • Flashforward: pubblicizzato come "il nuovo Lost", per ora è un buon thriller, un po' lento forse e non sempre recitato benissimo, soprattutto dal protagonista Shakespeare in love, ma gli dò ancora credito un po' per lo stesso motivo di Fringe un po' perchè comunque mi pare ben scritto, a patto che il grande disegno dietro sia valido e non sia una cazzata (e in questo si, assomiglia a Lost).
  • V: ho visto solo il pilota, per ora, e sembra veramente veramente valida, soprattutto perchè la serie originale '80s non l'ho vista perchè ero piccolo...e poi c'è Juliet che fa l'agente FBI e l'agente di 4400 che fa il prete :)
In più, sono a metà di Studio 60, che mi ero perso ed è ca-po-la-vo-ro, e ho Battlestar galactica in attesa per i momenti morti (quali momenti morti?).

Mi sono perso qualcos'altro di interessante?

10 commenti:

CesareBeHuman ha detto...

gia' te lo dissi: 30 ROCK! mitico!

CesareBeHuman ha detto...

e ricordo che con Chuck - btw lo rivedremo mai?!? - ci avevo preso alla grandissima. :D

Raibaz ha detto...

Di Chuck pare sia già confermata la terza stagione in onda nella seconda metà, tipo da febbraio o da marzo, anche se dopo il finale della seconda non so cosa possono inventarsi per mantenere un minimo di credibilità...comunque in effetti dopo il consiglio di Chuck mi sa che devo a tutti i costi vedere 30 rock :)

SPIKE ha detto...

io sto guardando anche LIE TO ME.
non è male...e l'attore principale (quello del pianista sull'oceano,per intenderci) mi piace.
è molto leggera,ovviamente..anche se devo dire che le prime puntate ti pigliano..poi sono un po tutte uguali..
CALIFORNICATION? nessuna menzione? non è male,dai.
anhce se la prima stagione è decisamente meglio.

Paul ha detto...

Concordo specialmente per Fringe e F.Forward: il primo tra i migliori degli ultimi tempi, con un Bishop che ti fa perdonare qualsiasi nesso un po zoppicante nei plots.
Il secondo promette bene ma a mio parere non riesce a decollare. Come hai detto è lento, i personaggi non sono caratterizzati troppo bene e forse mancano di quell'incisività che una trama del genere richiede.
Ma c'è tempo e sicuramente migliorerà!

True Blood lo segui?

Raibaz ha detto...

True blood mi manca perchè ho il terrore cieco dell'hype sui vampiri e comunque dopo Buffy non me la sento di vedere un'altra serie sul tema che non reggerebbe il confronto...Californication ne ho viste un paio su italia 1 e non mi ha convinto al massimo, Lie to me non so neanche di cosa parli :)

Scuola di ladri ha detto...

ti consiglio Damages

SPiKE ha detto...

Lie to me è una serie tv che ho ho visto di recente,in ita.
il protagonista è Tim Roth,volto molto noto.
La serie parla di un dottore che studia le microespressioni e il linguaggio del corpo umano indice di menzogna. Le sue scoperte lo portano a scoprire se una persona sta mentendo o no.

non è male.
eccoti il link di wikipedia per gli episodi.

http://it.wikipedia.org/wiki/Lie_to_Me

Raibaz ha detto...

Lie to me non mi attrae moltissimo, in genere tendo a schifare le vicende con poliziotti, FBI o simili e sto già seguendo Fringe, Dexter e Flashforward sul tema...quindi passo.

Per inciso, devo modificare il parere sulla quarta stagione di Dexter, visto che il season finale è una bomba!

SPiKE ha detto...

ehehehe...si...stavo per scrivertelo io!!
BABBBBBABIA!! top!