sabato 29 maggio 2010

Cocoon Compilation J

La scena techno (che poi, ormai una buona metà suonano house, ma vabbè) vive da sempre moltissimo su alcuni riti che si ripetono sempre uguali, e molti di essi sono merito del più grande brand manager della scena, papa Sven, che proprio grazie alla ripetizione ad libitum di questi rituali, tipo il set cazzone al Time warp o l'ultima ora revival al Green&Blue rafforza di anno in anno il proprio impero Cocoon.

Tra questi rituali, i più famosi "commercialmente" sono fuori di dubbio i cd mixati della serie "The sound of the nth season", che annualmente raccolgono il meglio della stagione ibizenca e il paccottone annuale della Cocoon Compilation che ogni maggio/giugno consacra qualche nuovo talento e permette a qualche artista di vecchia data di fare qualcosa di diverso dal solito, non sempre con risultati validi.



Anche quest'anno, puntuale come la dichiarazione dei redditi, è arrivato il pacco made in papa Sven, con dei nomi grossi grossi grossi (Villalobos e Moritz Von Oswald che ormai è tornato stabilmente attivo, per la gioia del mondo intiero), dei nomi trendy trendy trendy (Nick Curly e Dubfire) e il solito paio di quasi-newcomer (Basti Grub e Popof), oltre a un parterre des rois che comprende, tra gli altri, il sempre valido Mathias Kaden, l'ottimo Pantha du Prince, Dice e Reboot più Koze e gli Extrawelt.

Fin qui, limitandosi ai nomi, niente da dire, as always, ma all'orecchio come si presenta la Cocoon Compilation di quest'anno?

Sempre as always, su 12 tracce almeno 7-8 sono scarti di magazzino prodotti in 10 minuti giusto per avere il nome sul prezioso scatolone di vinili colorati e che verranno dimenticati da tutto il mondo nel giro di qualche ora, ma quel poco che si salva ha un suo perchè: la traccia di Kaden, ad esempio, ha lo stesso basso della traccia migliore del suo splendido album su Vakant ma un pochino di groove in più che la rende un gran bel tool, mentre quella di Pantha du prince ha un'atmosfera splendida come i suoi live anche se da suonare è piuttosto ostica.

Senza alcun dubbio le due hittone del lotto sono la traccia di Villalobos, semplice ma efficacissima e, come tutte le tracce di Ricardo, in grado di crepare i muri se usata al momento giusto e di farsi tirare i pomodori se usata a quello sbagliato, ma soprattutto quella di Nick Curly, che non si capisce come faccia a fare sempre lo stesso piccheppacche con due sample houseggianti banalotti eppure a tirar fuori roba che comunque ha un suo perchè; su queste due tracce io mi giocherei un venti centesimi come possibili hittoni estivi, da tenere d'occhio.

Oltre a queste quattro tracce, l'unica altra bella è quella degli Extrawelt, che è davvero bella bella: melodica e ipnotica come loro solito, ma a sto giro un po' più sbilenca nella metrica delle percussioni, salvo qualche momento dritto e senza compromessi, il che la rende molto più interessante.

Tolte le tracce citate fin qui, poi, il resto è paccottiglia, tra Reboot col bassaccio electreggiante, Dice e Koze che fanno a gara a chi fa la traccia più anonima (ma quella di Koze è imbecille abbastanza perchè Sven la infili in qualcuno dei suoi set lunghissimi, anche solo per dovere di etichetta), Dubfire che si conferma il capo mondiale dei maranza col braccio fuori dal finestrino nonostante Popof le provi tutte per rubargli lo scettro e Basti Grub che probabilmente avanzava dello spazio nella scatola e l'hanno infilato così a caso, visto che in un mondo normale roba così non la stampano neanche sotto tortura.

Ah e poi c'è Maurizio, ma a Maurizio che gli vuoi dire, è una leggenda e ha avuto i suoi problemi, ormai non è che si possa pretendere chissà che.

(E cmq la sua traccia giusto per fare della tappetistica ha il suo fottutissimo perchè, eh, averne di tracce così...poi penso che a suonarla in un orario diverso dalle 10 di mattina son pomodori garantiti, ma questo è un'altro discorso).

2 commenti:

fede ha detto...

ebbravo baz ora la giro anche su freq! :D

cmq non la comprerei mai...

Lorenzo ha detto...

anche se un pò in ritardo arrivo a commentare!

quasi completamente d'accordo anche secondo me la traccia di Basti Grub è bella O.O
non ci posso fa niente mépiasce! (zio Sven ultimamente c'ha pure chiuso un pò di set).
Quella scandalosissima che vince il premio merda'oro è quella di Reboot...maronn'....per non parlare di quella di Koze...
Si savano poche cmq, ovviamente quella che spicca è quella del Maestro Villalobos, sempre avanti anche con gli scarti di magazzino!

Anche se io le trovo un pò tutte inutili da suonare le tracce in questa compilation...te?