lunedì 27 settembre 2010

OrchestRaibaz, puntata #57 - Funky house e novità assortite

Dopo una serie di mixati a tema, era anche ora di fare una puntata un po' più plain and simple, "banalmente" mettendo in fila un po' delle ultime novità più succose: in realtà molti dischi non sono proprio delle primizie assolute, visto che girano già da quest'estate, ma è anche vero che il mercato discografico attuale non è proprio nella situazione più florida possibile in cui esce un missile al giorno e che comunque, con l'estate ormai andata, fa sempre piacere un po' di mood funkettone, giocherellone ed estivo, per cui questo mi andava di suonare e questo vi pigliate :)

Di qualche traccia ho già parlato nel passato recente, sia qui sul blò che in giro per i social netwis, tipo il remix dei LCE per Mathias Kaden o Pablo Cahn su Cadenza, entrambe cose molto molto semplici, poco più che dei loop, ma di un'efficacia allucinante: la traccia di Pablo Cahn, in particolare, si pianta in testa e non ne esce neanche a martellate, come pure quella che la segue immediatamente nel set, la riprova che Voorn ha effettivamente finito le idee ma che comunque è in grado di tirar fuori ancora della roba decente riciclando sempre gli stessi suoni.

A proposito di Cadenza, poi, è bello vedere che hanno finito la sequenza di uscite di merda e finalmente Luciano si è rimesso a stampare roba decente: non solo lo split ep con la traccia di Pablo Cahn, ma anche l'ep di Daria su Cadenza Lab e un paio di altre cose recenti valgono l'acquisto, cosa che non succedeva da troppo tempo, mentre altri artisti, invece, valgono l'acquisto a scatola chiusa sempre e comunque, visto che sono garanzia di qualità stratosferica: sto parlando, ovviamente, di Andre Rozzo e delle sue percussioni shufflatissime che mi fanno letteralmente impazzire, ma anche di Alex Celler e il suo bassolone ormai trademark che in tanti cercano di copiargli con scarso successo.

A chiudere il mixato, poi, un po' di revivalismi che non fanno mai male, con un remix nuovo di Pacific state che soddisfa le orecchie più anziane e soprattutto con il papà della house music, il signor dita Larry Heard.

Morale, uno in fila all'altro stasera s'è suonato:

Kollektiv Turmstrasse - Mondschein primaten (Suol)
Rozzo - Meta 003.1 (Trackdown)
Ladzinski - Diamond (Boe)
Daniel Stefanik - Sidechain (Be chosen)
Daria - Gauchito Gil (Lee Van Dowski edit) (Cadenza lab)
Chembass - My end (Alex Celler rmx) (Nordik net)
Mathias Kaden - Roots (Luna city express rmx) (Vakant)
Alex Niggemann - Take control (Supernature)
Pablo Cahn - Elle (Cadenza)
Gerd - For 12 minutes she danced with an alien (Joris Voorn rmx) (Rejected)
Jay Lumen - Is mine (100% pure)
Doman & Gooding - Pacific State (Roy McLaren's revival mix) (Nocturnal groove)
Larry Heard - Deja vu (Musaria mix) (Innervisions)

E mi direte, voialtri, "che figata di set! lo voglio scarricare e risentirlo a ripetizione per tutta la vita finchè morte non mi separi!", ma siccome il qui presente è un po' rincoglionito la settimana scorsa ha smarmagliato con le impostazioni della scheda audio per ricevere una chiamata su skype, col risultato che il mixato è venuto registrato dal pessimo microfonino ambientale anzichè dal line in della scheda audio, ed è praticamente inascoltabile.

Bestemmio.

1 commento: