mercoledì 2 dicembre 2009

Gli album del decennio, parte 2: Soulwax - Any minute now / Nite versions

Secondo episodio del post seriale in cui racconto gli album che sono stati più importanti per me nell'arco del decennio che si va concludendo (qui la prima puntata), stavolta dedicato a due album che in realtà valgono per uno solo, visto che il secondo contiene le versioni "notturne" delle tracce del primo.

Conoscevo già i due fratelli Dewaele come 2manydjs da tempo, all'epoca dell'uscita dell'album, ed ero già innamorato della loro maniera di intendere il mashup, sulla linea di confine tra il genio e il demenziale, con tanta di quell'ironia che oggi i loro epigoni usano come alibi per spacciare al pubblico lapeggiommerda, per cui ho comprato al volo prima il primo singolo, che poi è la title track dell'album, poi l'album stesso e poi sia il cd che il doppio 12'' delle più suonabili Nite versions.



All'epoca (siamo nel 2004), in pieno boom minimal, l'idea delle schitarrate in un dancefloor techno, detta così, sembrava un'eresia: la cosa più simile alla forma della canzone e agli strumenti analogici che veniva in mente ai Minus kids era l'electro, la moda immediatamente precedente e quindi schifatissima ma ciononostante, facendo presa un po' sui nostalgici dell'electro rimasti e un po' sugli indieboys che finalmente potevano entrare nei club senza essere additati come tamarri dagli amici, l'album ha avuto un successo della madonna, al punto che i belgi campano di rendita tuttora senza aver ancora prodotto granchè dopo.




Perchè mai tutto ciò?

E' presto detto: perchè i due album sono effettivamente capolavori, in grado di rientrare con precisione assoluta nei canoni del genere a cui appartengono ma innovandolo al punto che da lì in poi l'electro non è più stata la stessa, trasformandosi da "il lato poppeggiante della techno" a "il lato techneggiante del pop".

La distinzione sembra sottile ma è importante: se Kid A (in un modo o nell'altro compare sempre, ci sarà un motivo) ha sdoganato l'elettronica presso i rocker inventando gli indiesnob "mi piace la techno, ascolto i Radiohead", i Soulwax hanno fatto la stessa cosa con i club e i festival, inventando di fatto gli hipster "vado all'I love techno perchè voglio sentire i Crookers, i Simian mobile disco e tutti gli altri figli dei Soulwax".

La citazione dell'I love techno, tra l'altro, non è casuale: se il più-che-decennale festival belga è com'è oggi, nel bene e nel male, deve molto ai due fratelli Dewaele, che sono proprio di Gent.

Morale, non sono così convinto che l'influenza dei Soulwax sia stata positiva, visto quello che penso della scena dei loro discendenti, ma ciò non toglie che l'influenza ci sia stata eccome e che nonostante tutto il seguito "Any minute now" e le Nite versions siano due album coi controcoglioni, in bilico tra riferimenti immediatamente riconoscibili (Funkytown) per tirare in mezzo il pubblico di massa e altri più difficili (c'è un sample di "Your love" di Frankie Knuckles) per i clubber di vecchia data che lo rendono un album rivoluzionario ma comunque di transizione.

Se tutto ciò che è venuto dopo ha portato all'estremo la novità delle schitarrate sul dancefloor, emozionando gli indiesnob e allontanando definitivamente chi arrivava dalla techno (me compreso), ciò che eleva i due "Any minute now" al rango di capolavoro è la sua capacità di essere trasversale e soddisfare tanto l'ascoltatore raffinato quanto quello caciarone, tanto il rocker quanto il raver e, grazie anche a delle performances live tra le migliori mai viste in cui spesso e volentieri l'anima 2manydjs prende il sopravvento su quella Soulwax, tanto l'ascolto casalingo che quello sul dancefloor.

Ancora una volta scegliere la traccia più rappresentativa dell'album è un'impresa ostica, per cui opto per la doppietta di nuovo:



"Another excuse" è la traccia che più ho suonato delle Nite versions, anche perchè è quella un po' meno grattona e più facile da incastrare, mentre "E talking" in versione originale si merita la citazione sia perchè meno famosa di quella "Nite" anche se ugualmente valida, sia perchè il video è ottimo:

1 commento:

dave_ ha detto...

uddiu world of warcraft! meno male ke ho smesso se no col cazzo che finivo la triennale!!!